Ci sono 30 voci in questo glossario.
Cerca una voce (supporta regular expression)
Comincia con Contiene Termine esattoAssomiglia a

Glossari

Termine Definizione
CACOSMIA

Percezione di odori sgradevoli, senza che essi esistano.

CALORE (colpo di)

Sindrome morbosa dovuta all'aumento della temperatura ambientale e a difetto di dispersione di calore da parte dell'organismo. Si ma nifesta con aumentò della temperatura corporea, disturbi circolatori e nervosi sino al collasso mortale.

CAMP (collare di)

Mezzo di immobilizzazione del collo mediante un dispositivo di materiale plastico amovibile che permette una notevole riduzione dell'articolarità del collo.

CAMPO VISIVO

L'insieme dello spazio che viene percepito contemporanea- mente dall'intera retina di un occhio. Le sue riduzioni; che possono essere dovute a lesioni delle membrane profonde oculari o delle vie nervose centrali, si determinano mediante apparecchi detti campimetri

CASSETTO (segno del)

Movimento anomalo di vario grado dell'articolazione del ginocchio per cui la gamba può scivolare avanti e indietro rispetto alla coscia. Si verifica per lesioni dei legamenti crociati dell'articolazione del ginocchio e condiziona un senso di instabilità nella deambulazione.

CATARATTA TRAUMATICA

Opacamento, per lo più totale, del cristallino dovuto a lesioni traumatiche (spesso per penetrazione di corpi estranei nel cristal lino stesso).

CAUSALGIA

Dolore nevralgico di tipo urente, intenso, che può comparire per lesioni traumatiche di tronchi nervosi (soprattutto agli arti) e che può rendere necessario l'intervento chirurgico.

CAUSTICAZIONE

Ustione dovuta a contatto con liquidi caustici (acidi ebasi forti, come l'acido solforico, l'ammoniaca, ecc.).

CHELOIDE

Neoformazione cutanea compatta, di consistenza duro-elastica, che si manifesta come eminenza solida, appiattita o cupoliforme, ricoperta da epitelio teso e lucido; il cheloide può insorgere spontaneamente, ma in genere, si sviluppa su una cicatrice peggiorandone le conseguenze estetiche.

CHERATITE

Qualsiasi malattia della cornea di tipo infiammatorio; consegue frequentemente a traumi della cornea stessa.

CIANOSI

Colorito bluastro dei tessuti per carente ossigenazione del sangue.

CICATRICE

Tessuto fibroso che rappresenta la riparazione anatomica permanente di un processo patologico dei tessuti e pertanto anche di lesioni traumatiche. Nel caso di ferite cutanee, se i margini sono vicini o vengono avvicinati per mezzo di suture e se non si hanno complicazioni locali, la cicatrizzazione si ottiene nel volgere di sei-otto giorni e si dice « per prima intenzione »; in questo caso la cicatrice è sottile e poco evidente. Quando invece i margini non vengono avvicinati o vi è perdita di sostanza o si verifica infezione e la cicatrizzazione avviene lentamente si parla di guarigione « per seconda intenzione » e gli esiti sono antiestetici.

CIFOSI

Curvatura della colonna vertebrale a concavità rivolta verso l'avanti.

CISTOPLEGIA

Paralisi della vescica urinaria « Vescica neurogena spastica» dovuta a sezione più o meno completa del midollo al di sopra di S 2; « vescica neurogena flaccida » dovuta a Iesione della parte sacrale del midollo o della cauda equina.

CLAUDE BERNARD-HORNER (sindrome di)

Complesso di sintomi rappresentato da miosi, enoftalmo e ptosi palpebrale, dovuto a lesione del sistema• simpatico cervicale.

CLONO

Tipico segno di lesione delle vie piramidali del sistema nervoso centrale, caratterizzato da successioni ritmiche involontarie di contrazioni di un muscolo in seguito alla sua brusca distensione. Tale segno si ricerca a livello della rotula e del piede.

COFOSI

Sordità totale di uno o di entrambi gli orecchi. La forma unilaterale è più frequente di quella bilaterale, quale conseguenza di traumi del capo.

COLLA DI ZINCO (fasciatura alla)

Fasciatura che si impiega dopo la rimozione di apparecchi gessati per risolvere gli edemi che residuano negli arti inferiori.

COLLES (frattura di)

Frattura dell'estremità distale del radio, dovuta in genere a caduta sul palmo della mano, con deformazione del polso cosiddetta « a dorso di forchetta».

COLOBOMA

Il Coloboma è una malformazione genetica che colpisce l' apparato oculare. Colpisce il feto durante la 6° settimana di gestazione ed impedisce la formazione completa dell'occhio, può imteressare la palpebra, l'iride,la coroide, la macula, la retina e il nervo ottico, spesso si estende a più elementi, a volte solo all'iride.
Il coloboma dell'iride si presenta come una intaccatura o una fessura congenita presente nella porzione inferiore dell'iride; si trasmette spesso geneticamente e può comparire da solo o essere parte di un più esteso coloboma coinvolgente il fondo dell'occhio e il nervo ottico. E' il risultato della mancata chiusura della fessura fetale, uno stadio fondamentale dello sviluppo embrionario dell'occhio.