Ci sono 13 voci in questo glossario.
Cerca una voce (supporta regular expression)
Comincia con Contiene Termine esattoAssomiglia a

Glossari

Termine Definizione
OBNUBILAMENTO

Diminuzione della coscienza con senso di transitorio disorientamento.

OFTALMITE SIMPATICA

Grave malattia oculare che porta in genere alla cecità, insorgente a distanza di tempo in un occhio, quando l'altro sia affetto da grave processo infiammatorio, ad esempio per ferite penelranti nel bulbo oculare. Per evitare tale complicanza si rende necessaria a volte l'asportazione dell'occhio traumatizzato.

OFTALMOPLEGIA

Paralisi di uno o più muscoli dell'occhio o degli annessi oculari in conseguenza della quale si possono avere strabismo, impossibilità dei movimenti palpebrali, assenza di reazione pupillare. È in genere causata da lesioni dei centri ottici cerebrali, sia per traumi, sia per malattie vascolari.

OFTALMORESSI

Rottura del globo oculare dovuta a trauma.

OLFATTOMETRIA

Esame che permette la misurazione quantitativa della capacità olfattiva di un individuo con la ricerca della minima quantità o della minima concentrazione (espresse in grammi per litro di aria) di sostanza odorosa identificabile espressa in g/l (M.I.O. o Minimum Identifiable Odour).

OLISTESI

Spostamento di un corpo vertebrale rispetto ad uno contiguo. Si distinguono le olistesi posteriori (o retrolistesi), le olistesi laterali e le olistesi anteriori (anterolistesi).Tali spostamenti condizionano un'alterazione della dinamica vertebrale e possono determinare un'instabilità vertebrale che spesso necessita di soluzione chirurgica.

OSTEOFITI

Gli osteofiti sono delle produzioni di osso che si osservano frequentemente sulle superfici articolari; sono causati dall'accumulo di calcio sulla cartilagine articolare. Sono presenti nelle forme avanzate di di artrosi.

OSTEOMIELITE

L'osteomielite è una infezione dell'osso, che può comparire spontaneamente o in seguito a traumi o dopo interventi chirurgici sulle ossa e articolazioni. Si tratta di una severa complicanza delle fratture che condiziona un allungamento dei tempi di guargione e, solitamente, un aggravamento dei postumi permanenti.

OSTEOPOROSI

Condizione di perdita di sali di calcio che trova riscontro radiologico in maggior trasparenza ai raggi, come nell'età avanzata (osteoporosi senile). E' spesso secondaria alla condizione di prolungata immobilizzazione di un arto conseguente a frattura e si risolve dopo la completa ripresa del carico e funzionale.

OSTEOSINTESI

Intervento chirurgico cruento attuato allo scopo di facilitare il consolidamento di una frattura, unendo i monconi ossei di frattura con materiali inorganici metallici (acciaio inossidabile, vitallium) sotto forma di fili, di chiodi, di viti o di placche.

OTOEMATOMA

Versamento ematico fra pericondrio e cartilagine del padiglione auricolare, quasi sempre di natura traumatica (trauma unico o micro traumi ripetuti).

OTORRAGIA

Fuoriuscita di sangue da condotto uditivo di un orecchio; è frequente nei traumi cranici con frattura della base cranica a livello dell'osso temporale.

OTOVESTIBOLARE (esame)

Rappresenta il mezzo diagnostico per studiare il III nervo cranico o nervo acustico. Tale nervo è costituito da due branche: l'acustico e il vestibolare che presiede alla regolazione dell'equilibrio del soggetto. Una alterazione della funzione vestibolare, oltre a dare segni soggettivi quali la vertigine, si traduce in segni obiettivi rappresentati da nistagmo, da alterazioni motorie del capo, del tronco e degli arti, nonché da modificazioni della reflettività vestibolare provocata L'esame otovestibolare consente di documentare obiettivamente i disturbi lamentati dal soggetto, sia a ncarico dell'udito che dell'equilibrio statico e cinetico. È da tener presente che per aversi definitivi ed attendibili risultati valutativi, l'esame andrebbe pratico a non meno di otto - dodici mesi di distanza dall'evento traumatico.