ERNIA

Cerca una voce (supporta regular expression)
Comincia con Contiene Termine esattoAssomiglia a

Glossari

Termine Definizione
ERNIA

Fuoriuscita di un viscere dalla cavità in cui esso è normalmente contenuto. Generalmente si indicano con questo termine le ernie addominali (ernie crurali, inguinali, ombellcali diaframmatiche), che sono costituite dalla fuoriuscita di visceri del cavo peritoneale attraverso punti di minor resistenza della parete addominale, detti porte erniarie, presenti in ogni individuo, ma in alcuni costituzionalmente predisposti; in questi casi le ernie si manifestano dopo uno sforzo, che determina un aumento della pressione endoaddominale. Ernie si possono anche avere quando il viscere fuoriesce dalla cavità in punti della parete addominale indeboliti da lesioni della parete stessa di origine traumatica; sono queste le ernie traumatiche propriamente dette. Impropriamente, ma il termine è ormai da tutti accettato, si dice « ernia muscolare » o « miocele », la protrusione di un muscolo o parte di esso attraverso una lesione della sua fascia e si dice « ernia del disco (intervertebrale)» la protrusione del nucleo polposo del disco intervertebrale, frequentemente dovuta cause predisponenti (artrosi, degenerazione del disco, alterazioni dell'anello fibroso) e raramente dovuta solo a traumi diretti.